Creativamentedesign Home » Blog » Come scegliere una password sicura

Come scegliere una password sicura: alcuni pratici consigli

Come scegliere una password sicura che non venga facilmente individuata dai malintenzionati è il dilemma che affligge ognuno di noi con una certa frequenza. Se poi siamo degli smanettoni del web che amano iscriversi su qualunque sito (tanto è gratis), scegliere una password diventa un vero e proprio incubo.
Non è raro quindi che molti utenti per comodità si ostinano ad utilizzare la stessa password, peraltro poco sicura, su più account. E non è nemmeno raro che ogni anno il numero di siti bucati e di password rubate siano costantemente in aumento.

Cosa fare allora? Beh, forse è arrivato il momento di iniziare a prestare maggiore attenzione nella scelta delle password da utilizzare seguendo piccoli accorgimenti che andrò ad elencarti in questa semplice guida.

Però prima di vedere insieme come creare una password sicura e quali programmi gratuiti possono aiutarci a farlo, vorrei illustrarti quello che, invece, non si deve assolutamente fare se non si vuol correre il rischio che la nostra chiave d’accesso venga individuata da occhi indiscreti.

1. Come scegliere una password sicura: quello che non devi fare

come scegliere una password sicura

Questo è il paragrafo più divertente o almeno lo è se nessuno ti ha mai rubato la password o se non hai mai utilizzato una di queste chiavi elencate. Per qualcun altro potrebbe invece essere l’ennesima conferma che fino a questo momento la scelta della password è stata incauta.

Esistono diversi siti che annualmente pubblicano una classifica delle password più scelte dagli utenti (tra questi SplashData) e che sono tutt’altro che affidabili. La più gettonata è, incredibile ma vero, “123456” che si aggiudica la medaglia d’oro nella classifica delle peggiori password di sempre! Un gradino più in basso troviamo l’originalissima “password”, si si proprio la parola password che, se da un lato ha una sua genialità e strappa un sorriso, dall’altro anche il più inesperto pirata informatico è capace di scoprirla e di utilizzarla a proprio piacimento.
L’ultimo posto in questa speciale top 3 spetta ad una variante “più complessa” del primo posto, troviamo quindi “123456789“. Perché non c’è niente di più bello che schiacciare in sequenza tutti i tasti della tastiera numerica😀.

Altre parole d’accesso da evitare assolutamente sono i nomi di fidanzati/e, mariti e mogli, figli umani e pelosi ed in genere tutte quelle che riguardano informazioni strettamente personali che con piccoli accorgimenti possono essere reperiti sui social network.

Ora, se sei tra quelli che ha scelto una di queste password, corri. Corri a cambiarla. Molla tutto, disdici appuntamenti, smetti di mangiare, bere e respirare e corri a cambiarla. Fermo, sto scherzando! Rimettiti seduto tranquillo e continua la lettura, ormai, se il danno è fatto, c’è poco da fare. Puoi però da adesso cambiare rotta e dormire sonni più tranquilli.

Scarica l’infografica su “Come scegliere una password sicura

2. Come scegliere una password sicura: quello che devi fare

Vediamo adesso un metodo affidabile su come scegliere una password sicura da associare ai nostri account.
Prima di farlo è bene ricordare un’avvertenza fondamentale per evitare il furto della nostra chiave d’accesso. Spesso per pigrizia cadiamo nell’errore di utilizzare la stessa password su più siti. Lo scenario è questo: sito violato, password scoperta e hacker che tenterà di utilizzarla su altri portali.
Quindi la prima regola basilare è non utilizzare mai la stessa password su più account. Se proprio non riesci a farne a meno trova delle varianti più lunghe e con caratteri speciali e/o numerici.

Ricorda e presta maggiore attenzione a quei siti web con una bassa sicurezza, tipo il sito della pizzeria sotto casa o quello dell’amico idraulico, che solitamente non dispongono di sistemi di difesa avanzati.

Ma quale può essere una password forte?

Solitamente viene considerata una password forte quella che è composta da caratteri alfanumerici e speciali e che abbia una certa lunghezza.
Tieni quindi a mente questo elenco:

  1. Lunghezza: una buona password complessa deve avere almeno una lunghezza di 8 caratteri. Diventa impossibile da individuare se aumentiamo i caratteri a 10 o addirittura a 15.
  2. Tipi di caratteri: non utilizzare soltanto lettere o numeri, ma alterna entrambi.
  3. Caratteri speciali: usa caratteri come £, %, ), !, ^, # ecc… insieme a lettere e numeri.

È buona norma in fine cambiare le proprie credenziali con regolarità, almeno una volta ogni due/tre mesi.

3. Come scegliere una password sicura: i servizi gratuiti per generare password

Siamo quasi arrivati alla fine, questo è il momento di generare la nostra password sicura.
Hai due possibilità: la prima è affidarti alla tua creatività mettendo insieme tutte le cose dette fino a questo momento, oppure, visto che per la maggior parte degli utenti creare una password è una vera seccatura, puoi usufruire di uno dei tanti servizi gratuiti presenti online.

Se non hai voglia di fare una ricerca ti elenco quattro servizi (+1) molto simili tra loro. Non entro nello specifico perché come vedrai sono davvero intuitivi da utilizzare, ma cosa più importante, con un solo click ti generano una password complessa.

Discorso un po’ diverso per Password Chart che sfrutta la tecnica della transcodifica. In questo caso si parte da una frase che puoi digitare direttamente nella barra di testo, potrebbe essere ad esempio il titolo della tua canzone preferita, un proverbio o il titolo dell’ultimo libro che hai letto. Scegli poi la parola di riferimento per generare lo schema ed il gioco è fatto!

  1. LastPass
  2. Secure Password Generator
  3. RoboForm
  4. DashLane
  5. Password Chart

4. Come custodire le password

Adesso sappiamo come scegliere una password sicura, ma so già che ti stai chiedendo “E adesso come faccio a ricordarmela? E come faccio a ricordarmi anche tutte le altre?”. Beh, tranquillo, è impossibile, ma c’è qualcosa che puoi arrivare in tuo soccorso!

Devi sapere che esistono posti sicuri dove puoi custodire le tue password. Questi luoghi magici si chiamano Password Manager e sono delle vere e proprie casseforti per le nostre chiavi di accesso. Un servizio che personalmente utilizzo è LastPass che ho già citato poco sopra.

Esiste una versione totalmente gratuita, un’estensione da scaricare ed installare che si integra al tuo browser. L’ultima password che dovrai ricordarti è quella che ti verrà richiesta di inserire al momento della registrazione.

Mi raccomando, non dimenticarti di mettere in pratica quanto imparato oggi!

By |2019-03-10T20:36:13+02:00Marzo 10th. 2019|Blog|

About the Author:

Creativamente Web / Graphic Designer Freelence con una passione smodata per tutto ciò che riguarda WordPress. Da oltre cinque anni mi occupo prevalentemente di realizzazione siti web collaborando anche con diverse agenzie web del territorio.